Emergenza Coronavirus – Bonus 600€

31 marzo 2020

Circolare n. 15 del 31 marzo 2020

 

 

Oggetto:  Emergenza Coronavirus – Bonus 600€

 

Come da nostra precedente circolare n. 11 del 20 marzo, gli artt. 27, 28 e 44 del DL 18/2020 riconoscono un’indennità di 600,00 euro per il mese di marzo 2020, non soggetta a IRPEF, alle seguenti categorie di soggetti:

  • liberi professionisti con partita IVA attiva alla data del 23 febbraio 2020, compresi i partecipanti agli studi associati o società semplici con attività di lavoro autonomo di cui all’articolo 53, comma 1, del T.U.I.R., iscritti alla Gestione separata dell’INPS;
  • collaboratori coordinati e continuativi con rapporto attivo alla predetta data del 23 febbraio 2020 e iscritti alla Gestione separata dell’INPS;
  • lavoratori autonomi iscritti alle gestioni speciali dell’AGO (Artigiani, Commercianti e Coltivatori diretti, coloni e mezzadri); è stato successivamente chiarito sul sito del MEF che anche gli Agenti di Commercio iscritti all’Enasarco avranno diritto all’indennità con le medesime modalità.
  • liberi professionisti iscritti Casse a private.

 L’INPS con la circolare 49 del 30 marzo ha fornito i necessari chiarimenti in merito alle suddette indennità, eventuali situazioni di incompatibilità e le istruzioni operative per quanto di sua competenza, chiarendo che le relative istanze potranno essere presentate a partire dal giorno 1 aprile 2020 (ricordando come precedentemente fosse già stato chiarito che non si tratta di un click day) .

  

Alleghiamo alla presente alcune schede di approfondimento, con taglio molto pratico, predisposte dal nostro Ordine professionale, che chiariscono le singole indennità, i vari passaggi da effettuare per effettuare la richiesta delle stesse, nonché quelli necessari per la richiesta del PIN indispensabile per la pratica stessa, per chi non ne fosse ancora in possesso.

 

Ad oggi i Dottori commercialisti non possono effettuare le richieste del Pin e dell’indennità stessa quali intermediari abilitati, quindi coloro che possono attivarsi direttamente devono, direttamente e personalmente;

  1. se non già in possesso del PIN , richiederlo sul sito dell’Inps, seguendo le comode istruzioni di cui agli allegati alla presente ;
  2. inoltrare la relativa domanda a partire dal  1 aprile 2020

 

Diversamente sarà necessario contattare direttamente il nostro Studio per verificare le necessarie formalità da esperire (richiesta del Pin e/o Pratica di richiesta dell’indennità), che verranno fatte eventualmente attraverso un apposito software di cui ci dovremo dotare; la relativa pratica verrà addebitata al costo di € 60,00.

 

Restando a disposizione, porgiamo cordiali saluti.

 

Si allegano le seguenti schede:

-indicazioni professionisti casse private

-indicazioni sul bonus autonomi e altri

-indicazioni sul bonus autonomi iscritti alle gestioni ago

-procedura di richiesta del pin

 

#iorestoacasa                                                                       

 

Archivio news

 

News dello studio

mag21

21/05/2020

Emergenza epidemiologica – DL 19.5.2020 n. 34 (c.d. decreto “Rilancio”) – Principali novità

Circolare n. 22 del 21 maggio 2020     Oggetto: Emergenza epidemiologica – DL 19.5.2020 n. 34 (c.d. decreto “Rilancio”) – Principali   novità È

mag20

20/05/2020

IMU TASI – Versamento primo acconto 2020

Circolare n. 21 del 20 maggio 2020   Oggetto: IMU TASI – Versamento primo acconto 2020 Data la scadenza del 16 giugno 2020 per il pagamento dell’acconto IMU, vi preghiamo entro e

mag18

18/05/2020

Rata contributi Artigiani e Commercianti scadenza 18 maggio

Con il Comunicato stampa e con il messaggio n.2015 del 15/05 l’Inps ha chiarito che la sospensione stabilita dall’art.18 del D.L. 23/2020 è utilizzabile da tutti gli esercenti attività

News

mag19

19/05/2020

Rischi di revisione da riconsiderare alla luce dell'emergenza Covid-19

Gli effetti derivanti dall’emergenza Covid-19

mag25

25/05/2020

Decreto Rilancio: 5 per mille a procedura accelerata

Al fine di garantire l’afflusso di risorse

mag25

25/05/2020

Nuova Cassa integrazione COVID-19: domanda e pagamento con iter accelerato

Modifiche alla Cassa integrazione ordinaria